Rossi Savino

Rossi Savino

Partigiano combattente

Nato a Caselle Landi il 21.10.1921 da Antonio e da Sudati Pierina

Fratello del partigiano Alfonso (Bolide).

Sfuggito una prima volta alla cattura della Brigata Nera “Muti” di Cremona in un’imboscata a Isola Serafini, è costretto a consegnarsi per liberare il papà Antonio preso in ostaggio e portato a Villa Merli a Cremona.

Caricato a forza su un convoglio diretto in Germania, si lancia dal treno in corsa, riesce a darsi alla macchia (seppur con la frattura di una spalla) e raggiunge l’Appennino piacentino dalle parti di Gropparello

Deceduto a Monticelli il 17.10.2000

 

 

Riferimenti

  • IL SOGNO DI UNA VITA, Emilio Pecorari: l’infanzia, la lotta partigiana, l’impegno civile

 

Di Rossi Savino esiste la registrazione di un’intervista del 1973 realizzata da Coop di Cultura Popolare di Monticelli d’Ongina

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>