Liliana, anima dell’UDI e dell’antifascismo della Bassa, nasce e vive a Castelvetro Piacentino.
A 13 anni è costretta con la famiglia a lasciare l’abitazione e a raggiungere la montagna dove il papà opera con compiti di raccordo tra le varie formazioni partigiane della zona.

Il papà Ultimo Fornasari (nato 1902), fervente attivista antifascista, dopo varie perquisizioni ed interrogatori, viene arrestato nel 1939. Processato e condannato, sconterà 2 anni di Confino di Polizia alle isole Tremiti con l’accusa di “Pericolosità specifica per propaganda sovversiva anche spicciola” (Cartella biografica c/o Casellario Politico Centrale).
Sarà il primo sindaco di Castelvetro dopo la fine della guerra.